Se sei stato convocato per un colloquio, qualora i documenti da portare con te non siano stati specificati nella convocazione, puoi richiedere al tuo interlocutore almeno qualche indicazione.
Se invece hai già ottenuto uno stage - e stai per partire - ricordati di mettere in valigia alcune cose indispensabili.

In linea generale, i documenti di cui disporre, o comunque da tenere a portata di click, per affrontare un colloquio di selezione sono:

Se invece sei già stato selezionato e stai partendo per uno stage all’estero – oltre ovviamente al passaporto (o una carta d’identità valida per l’espatrio) e alla Tessera Europea di Assicurazione Malattie (TEAM) – non dovranno mancare:

  • alcune foto tessera;
  • una Polizza sanitaria (se richiesta dal Paese di destinazione);
  • eventuali garanzie bancarie, a volte necessarie per il contratto d’affitto;
  • Bancomat, Carte di credito o ricaricabili, valide all’estero;
  • la Carta Giovani Europea (European Youth Card Association – EYCA), per poter usufruire di sconti e agevolazioni, fornita dal CTS (Centro Turistico Studentesco).

Ricorda infine che la Direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio n. 38 del 29 aprile 2004 stabilisce che tutti i cittadini dell’Unione europea in possesso di una Carta d’identità o di un Passaporto validi possono, in genere, soggiornare liberamente per un periodo non superiore ai 3 mesi, in qualunque Stato membro senza dover comunicare la propria presenza alle autorità locali.

Ogni Paese ha recepito tale Direttiva attraverso un proprio Regolamento e una serie di disposizioni ad hoc che variano da Paese a Paese e che regolano le modalità di registrazione legate ad un soggiorno superiore ai 3 mesi. Pertanto, nel caso di uno stage all’estero più lungo di un trimestre è quasi sempre necessario registrarsi presso gli Uffici della Polizia locale, comunicando i motivi della propria presenza nel Paese ed esibendo i documenti richiesti (per i quali puoi consultare la voce Documentazione richiesta all’interno di ciascuna Scheda Paese).