ultime offerte

Per riuscire nel lavoro, per diventare “professionisti” seri ed apprezzati, non basta possedere le conoscenze e le competenze professionali richieste dalla posizione che si ricopre. Sapere e saper fare sono certamente componenti essenziali per svolgere adeguatamente il proprio lavoro, ma bisogna anche saper essere. È qui che entrano in gioco le soft skills, le “competenze trasversali”, quell’insieme di qualità e caratteristiche personali che si traducono in comportamenti efficaci all’interno di un ambiente di lavoro.

Ma quali sono le soft skills più richieste in Europa? Quali sono le caratteristiche e i comportamenti più apprezzati in un contesto internazionale? Cosa chiedono agli stagisti le organizzazioni internazionali e le grandi aziende?

  1. Teamworking

Essere un buon “teamplayer” è un requisito richiesto praticamente da tutte le organizzazioni - e anche quando non è richiesto esplicitamente, lo è implicitamente. Saper lavorare in gruppo sembra un’ovvietà, ma non è così scontato. Persone diverse per carattere, mentalità, cultura, non è detto che facciano squadra. In un contesto internazionale per “teamworking” si intende la capacità di avere un atteggiamento aperto, partecipativo e collaborativo e una reale disponibilità al confronto con mentalità, comportamenti e stili relazionali diversi. Non dimenticare che il tuo lavoro è sempre connesso con quello degli altri e che quello che fai ha ricadute sul lavoro degli altri. Una squadra in cui manca il senso di responsabilità di ciascuno verso il gruppo è una squadra che difficilmente otterrà risultati.   

  1. Ability to communicate effectively

A prescindere dal ruolo che si ricopre, è molto importante saper comunicare in modo efficace. Innanzitutto bisogna saper comprendere le modalità di comunicazione più adatte alla situazione e all’interlocutore (formale/informale, tecnico/non tecnico ecc.) e adattare di conseguenza lo stile di comunicazione. E poi è molto apprezzata la capacità di essere persuasivi, di argomentare in modo efficace, di essere convincenti. Che tu stia presentando un progetto o che debba scrivere una relazione, la chiarezza, l’efficacia e la persuasività del tuo modo di comunicare saranno aspetti molto importanti e apprezzati.

  1. Ability to work in a fast-pace environment

Nelle organizzazioni internazionali e nelle grandi realtà aziendali europee bisogna imparare a lavorare fast-pace, a ritmo veloce. Soprattutto in alcuni momenti, quando ci sono consegne, progetti da presentare, scadenze ravvicinate, i ritmi di lavoro diventano frenetici. E allora non bisogna entrare in ansia, ma darsi da fare e dare il massimo. C’è un lato positivo in tutto questo: la giornata vola in un attimo. E se hai lavorato bene, alla fine della giornata ti senti stanco, ma soddisfatto.

  1. Result-driven approach

Organizzazione, pragmatismo e orientamento al risultato sono le caratteristiche che contraddistinguono l’approccio al lavoro nei grandi contesti internazionali. Bisogna raggiungere gli obiettivi prefissati entro i tempi previsti. Per questo devi avere un atteggiamento orientato al raggiungimento dei risultati attesi. Fin dall’inizio devi saperti organizzare il lavoro, stabilire delle priorità, rispettare le scadenze. Un consiglio: non appena ti viene assegnato un compito o un incarico, cerca di fare una valutazione verosimile dei tempi, degli strumenti e delle informazioni di cui hai bisogno per raggiungere il risultato atteso. Non puoi arrivare a una scadenza e accampare scuse per non averla rispettata.

  1. Ability to work independently

La capacità di lavorare in autonomia è estremamente apprezzata nei contesti organizzativi internazionali. È vero che uno stage è un periodo di formazione, ma tieni presente che la persona che seguirà il tuo percorso formativo è un dipendente dell’organizzazione: non può impiegare tutto il suo tempo ad assisterti... Quindi cerca di apprendere rapidamente e di imparare a far le cose da solo nel minor tempo possibile.

  1. A proactive attitude and an eagerness to learn

Questo requisito si può sintetizzare in una sola parola: motivazione. Se fai uno stage in Europa, devi metterci entusiasmo, impegno, voglia di fare, determinazione, curiosità. Niente timidezze né timori: dimostra fin dall’inizio la passione e la voglia di imparare che ti hanno spinto a partire. È una chiave fondamentale per il successo dello stage.