ultime offerte

Chi non ha sentito parlare di LinkedIn alzi la mano. Se quasi tutti conoscono il social network professionale che conta oltre 500 milioni di iscritti, non sono molti quelli che utilizzano al meglio le potenzialità di questo strumento. Se si pensa a LinkedIn come ad un mezzo per trovare un lavoro, una sorta di CV virtuale da compilare e lanciare nella rete sperando che qualche azienda abbocchi, ci si sbaglia di grosso. LinkedIn è un social network e se si trascura questa sua natura se ne fa un utilizzo incompleto e si rischia di non ottenere i risultati che si speravano.  Creare una rete di conoscenze in ambito lavorativo è, infatti, la funzionalità principale di LinkedIn come sanno bene i tanti professionisti, aziende, agenzie che utilizzano questo strumento.

1. Compila tutte le sezioni del tuo account

Lo sapevi? L’algoritmo di LinkedIn visualizzerà il tuo account a un livello molto più alto se è completo e lo mostrerà a più utenti. Ogni volta che ricevi una notifica che ti invita a compilare qualcosa, fallo, solo così contribuirai a promuovere il tuo account. Naturalmente, se sei uno studente o un neolaureato non avrai la possibilità di compilare ogni sezione ma non c’è da preoccuparsi, le aziende non si aspettano un profilo LinkedIn troppo ricco da un giovane appena uscito dagli studi. Nell’attesa di entrare nel mondo del lavoro valuta la possibilità di frequentare corsi che possano arricchire la tua professionalità o fare esperienze di volontariato che ti consentano di allargare le tue conoscenze e di fare esperienza. Ogni piccolo passo può essere importante per la tua futura carriera.

2. Attento alla foto

LinkedIn non è Facebook, questo lo sai già. La scelta della foto è importante perché avrà un impatto su come ti percepiranno le aziende e gli altri utenti. Ricorda, la foto non deve necessariamente essere un primo piano, l’importante è che ti rappresenti. Nella scelta valuta il settore professionale nel quale vorresti inserirti. Se, ad esempio, il ruolo al quale aspiri è quello di creativo meglio bandire la formalità mentre se desideri candidarti per un impiego in banca meglio adottare un dress code adeguato. Alcuni consigli validi per tutti: la foto non deve necessariamente avere lo sfondo da fototessera ma fai attenzione che ci sia solo tu nella foto e non ci siano troppi stimoli distraenti; da preferire foto scattate con luce naturale anziché col flash; la qualità della foto non deve essere scadente.

3. Aggiungi il Riepilogo

Molti scelgono di non compilare questa sezione che, invece, può essere molto utile alle aziende per fare una prima valutazione del tuo profilo. Qui potrai riassumere il tuo percorso di studi, le tue aree di competenza, le tue esperienze professionali, le tue aspirazioni. Non deve essere lungo, devi infatti sintetizzare in poche righe il contenuto del tuo curriculum.

4. Valorizza le tue esperienze

Nel compilare la sezione dedicata alla descrizione del tuo percorso accademico e professionale non limitarti a copiare e incollare il tuo curriculum vitae. Aggiungi dettagli che possano chiarire quali conoscenze ed abilità hai acquisito nel percorso di studi/professionale. Se hai frequentato dei corsi descrivi cosa hai appreso e quali conoscenze credi possano esserti utili nella vita professionale. Se ti hanno rilasciato delle certificazioni non esitare a caricarle nell'apposita sezione. Infine, non dimenticare di descrivere eventuali esperienze di volontariato, anche queste sono importanti perché raccontano molto di te e delle tue passioni; inoltre, dimostrare di essere impegnati a livello sociale è sempre visto di buon occhio.

5. Metti in evidenza i tuoi traguardi

Anche se sei molto giovane potresti aver già raggiunto traguardi importanti. Se hai preso parte a qualche progetto, vinto dei premi, pubblicato articoli o altro non esitare a segnalarlo. Cose che a prima vista possono sembrarti di poco conto possono fare la differenza.

6. Personalizza il tuo URL

Ora che hai creato il tuo profilo LinkedIn dimostra quanto sei attento al tuo personal branding creando un URL personalizzato con il tuo nome e cognome. Ti basterà entrare nelle impostazioni del profilo. Un URL personalizzato faciliterà la condivisione del tuo profilo e ne aumenterà le visualizzazioni.

7. Sii un utente attivo

Non dimenticare che LinkedIn è un social network e, pertanto, non dovrai limitarti a creare il profilo perfetto ma dovrai interagire con la community, proprio come fai con gli altri social, ma senza dimenticare la natura di LinkedIn ovvero professionale. I contenuti devono riguardare il settore professionale di tuo interesse e possono spaziare dalla condivisione di articoli (ancora meglio se scritti da te) a post su pagine in linea con i tuoi interessi, link a notizie esterne, commenti ecc..

Menzionare persone ed aziende che pensi possano essere interessate al contenuto che hai proposto è un modo per dare maggiore visibilità al tuo post. Utilizza anche gli hashtag ma evita di utilizzare termini troppo generici.

Anche la rete dei contatti che crei è importante. Seleziona persone che lavorano nel campo professionale di tuo interesse, impegnati in discussioni, poni domande e prendi esempio dal loro percorso professionale per delineare il tuo. Un consiglio è quello di aggiungere un messaggio personale alla tua richiesta di collegamento, una nota di presentazione può infatti aumentare le possibilità di essere accettato.