In questa sezione troverai i principali Programmi europei che promuovono e finanziano esperienze di tirocinio all’estero: Erasmus+, Your First Eures Job, European Solidarity Corps e ReActivate.


Il Programma Erasmus+

Il Programma Erasmus+, approvato con il Regolamento Ue n°1288/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, incentiva, per il periodo 2014-2020, azioni di mobilità transnazionale finalizzate allo studio, alla formazione, a esperienze di lavoro e di volontariato. Delle molteplici azioni previste dal Programma, due in particolare sono finalizzate a supportare la realizzazione di esperienze di mobilità per tirocini all’estero:

  • Mobilità per tirocini per gli allievi dell’istruzione e formazione professionale (VET)
  • Mobilità a fini di traineeship per studenti universitari.

Erasmus+ non prevede l’erogazione diretta di sovvenzioni ai singoli partecipanti, ma raggiunge gli individui attraverso le organizzazioni, le università e le scuole che sono titolate a presentare proposte e a candidarsi per ottenere un finanziamento. Il singolo partecipante interessato ad usufruire delle opportunità offerte dal Programma deve quindi rivolgersi alle strutture beneficiarie di una sovvenzione Erasmus+.

Per tutti i destinatari di ambedue le tipologie di tirocini appena descritte, che abbiano una durata pari o superiore a 19 giorni, la Commissione europea mette a disposizione corsi di lingua online (OLS – Online Linguistic Support) per supportare lo sviluppo delle competenze linguistiche di coloro che partecipano ad iniziative di mobilità. I corsi sono disponibili ad oggi in 24 lingue; nell’eventualità che si renda necessaria una formazione in una lingua diversa, gli enti d’invio possono far richiesta di un finanziamento per la realizzazione di corsi di lingua ad hoc.  La piattaforma prevede una prima valutazione della competenza linguistica dello studente tramite un test d’ingresso ed una anche al termine del periodo di mobilità, consentendo di verificare gli effettivi risultati ottenuti.

Mobilità per studenti universitari

Lo studente universitario di 1°, 2° e 3° ciclo, iscritto presso un Istituto di istruzione superiore (Università, AFAMSSML, ISIAITS ) può, grazie al Programma Ersamus+, svolgere un tirocinio in un’azienda o in un’organizzazione all’estero. È possibile realizzare un’esperienza di traineeship fin dal primo anno di studi ed anche i neolaureati e i neodiplomati AFAM, SSML, ISIA e ITS possono fare domanda di mobilità, purché rispondano al bando del proprio Istituto di istruzione superiore e risultino selezionati prima di ottenere il diploma.

Gli studenti interessati non possono presentare domanda direttamente all’Indire, l’Agenzia nazionale di competenza, ma devono candidarsi presso gli Istituti di appartenenza che autonomamente gestiscono i bandi di mobilità per i tirocini. Lo studente deve essere iscritto presso un Istituto di istruzione superiore, titolare di ECHE (Erasmus Charter for Higher Education) e deve partecipare al relativo Bando pubblicato annualmente dalla propria struttura formativa. Per garantirne la qualità, la mobilità dovrà essere compatibile con il percorso accademico dello studente e con le sue personali aspirazioni. L’elenco completo dei Paesi in cui è possibile svolgere un tirocinio è disponibile nella Guida al Programma.

I tirocini all’estero possono avere una durata compresa tra un minimo di 2 e un massimo di 12 mesi, anche se di norma la loro durata non supera i 6 mesi.

Gli studenti iscritti presso un Istituto di istruzione superiore e/o i neo-laureati che non sappiano dove svolgere un traineeship all’estero possono registrarsi alla piattaforma erasmusintern.org promossa dall’Erasmus Student Network e creare un proprio profilo per cercare l’impresa/organizzazione che meglio risponda ai propri obiettivi.

Prima della partenza è necessario stipulare un Accordo finanziario e redigere un Piano di studio (Learning Agreement for Traineeship – Before the Mobility) che stabilisca il programma di formazione; tale documento viene approvato e sottoscritto dallo studente, dall’Istituto di appartenenza e dall’impresa ospitante (v. anche la Carta dello studente Erasmus+). Al termine della mobilità l’impresa ospitante deve rilasciare allo studente un Certificato attestante la durata della mobilità, le attività svolte, nonché i risultati conseguiti (Learning Agreement for Traineeship – After the Mobility) in termini di conoscenze, competenze, abilità acquisite, mentre l’Istituto di appartenenza deve dare pieno riconoscimento all’attività svolta e certificata, possibilmente integrandola all’interno del programma di studio dello studente e inserendola nel Diploma Supplement.

Lo studente Erasmus+ può ricevere un contributo comunitario ad hoc oppure beneficiare solamente dello status Erasmus (senza borsa); la sovvenzione si configura come un contributo per i costi di viaggio e di soggiorno per l’intera durata del tirocinio all’estero ed è calcolato sulla base di importi forfettari  modulati tenendo conto del costo della vita del Paese di destinazione (si va dai 480 ai 430 €). Nel 2016 sono partiti dall'Italia più di 5.000 tirocinanti universitari.

Mobilità per allievi dell'Istruzione e Formazione Professionale (VET)

Le mobilità VET sono destinate ad apprendisti, studenti di istituti tecnici e professionali, allievi dei centri di formazione professionale, neo diplomati e neo qualificati entro e non oltre un anno dall’acquisizione del titolo. Per ottenere una borsa di mobilità è necessario che la scuola o il centro di formazione di appartenenza abbia attivato un progetto Erasmus+ di mobilità VET. Non è possibile presentare direttamente la propria candidatura tramite l’Inapp, l’Agenzia nazionale di competenza.

La mobilità per questi partecipanti consiste in un periodo di formazione e/o in un’esperienza lavorativa svolta presso un’impresa o un istituto di formazione di un altro Paese partecipante al Programma, che preveda modalità di apprendimento in contesti lavorativi (work based learning). Il tirocinio formativo si configura per i partecipanti come parte integrante del percorso di formazione professionale.

La durata della mobilità all’estero va da un minimo di 2 settimane fino a un massimo di 12 mesi, escluso il tempo del viaggio. Nel corso degli studi è possibile ripetere l’esperienza di mobilità Erasmus+, nel rispetto della durata complessiva di 12 mesi.

Al fine di garantirne la buona riuscita, ciascun tirocinio deve essere pienamente coerente ed integrato al percorso formativo seguito dal partecipante. Tutte le parti coinvolte (organizzazione d’invio, ente di accoglienza e partecipante) sottoscrivono un Accordo di apprendimento che comprende la Dichiarazione di Qualità (Learning Agreement – Quality Commitment) della mobility experience. Al termine dell’esperienza, l’ente ospitante e quello d’invio sono tenuti a rilasciare allo studente un Certificato attestante la durata della mobilità, le attività svolte, i risultati conseguiti in termini di conoscenze, competenze, abilità nonché un giudizio finale sulla mobilità intrapresa.

Il partecipante può ricevere un contributo comunitario ad hoc, oppure beneficiare solamente dello status Erasmus+ (senza borsa); la sovvenzione si configura come un contributo per i costi di viaggio e di soggiorno per l’intera durata del tirocinio all’estero ed è calcolato sulla base di importi forfettari modulati tenendo conto del costo della vita del Paese di destinazione (per una durata media di 4 settimane si va dai 1.800 ai 1.300 €). Nel 2019 sono partiti 10.108 ragazzi VET.

Your first Eures job

Il progetto Your first EURES job è un servizio europeo per l'impiego e ha l’obiettivo di aiutare i giovani fra i 18 e i 35 anni a trovare un lavoro o un tirocinio (retribuito, della durata minima di 3 mesi) in un altro dei 28 Paesi membri dell’Ue oppure in Islanda o Norvegia. Oltre ai servizi di reclutamento e selezione, YfEj offre anche supporto informativo e finanziario ai giovani in cerca di un’occupazione o di uno stage: spese di viaggio per un colloquio, indennità di trasferimento in un altro Paese, formazione linguistica ecc.

Puoi partecipare all’iniziativa se:

  • la tua età è compresa tra i 18 ed i 35 anni (36 non compiuti);
  • sei di nazionalità di uno dei 28 Paesi membri dell’Ue oppure islandese o norvegese;
  • sei legalmente residente in uno dei 28 Paesi dell’Ue oppure in Islanda o Norvegia.

La procedura da seguire per candidarsi è molto semplice: basta registrarsi sulla piattaforma EUJOB4EU e compilare online il CV in inglese; sarai quindi contattato non appena si presenterà un'occupazione o un tirocinio in linea con il tuo profilo.

Your first EURES job è finanziato dal Programma europeo per l'occupazione e l'innovazione sociale (EaSI) e gestito dall'Ufficio di Coordinamento EURES Italia (istituito presso l'Anpal, Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro) insieme ad altri Uffici di coordinamento di 8 Paesi europei (Romania, Bulgaria, Croazia, Grecia, Spagna, Portogallo, Cipro, Paesi Bassi), con la collaborazione della Città Metropolitana di Roma Capitale, dell'Università degli Studi di Roma "Sapienza" e di un ampio network di partner associati referenti della rete Eures in Italia e in Europa.  

European Solidarity Corps

European Solidarity Corps (Corpo europeo di solidarietà) è un programma dell’Unione europea che ha l’obiettivo di aiutare i giovani a migliorare le proprie prospettive lavorative e aumentare il senso di appartenenza all’Europa attraverso lo spirito di solidarietà.

L'iniziativa, coordinata in Italia da Anpal in collaborazione con diversi partner nazionali e internazionali, offre ai giovani europei opportunità di lavoro, volontariato e tirocinio retribuito nell’ambito della solidarietà. Le esperienze di lavoro e di tirocinio si svolgono presso organismi pubblici, privati, del privato sociale e del terzo settore che operano nei seguenti ambiti:

  • istruzione e attività educative
  • benessere e salute
  • integrazione sociale e lavori sociali
  • protezione dell’ambiente
  • gestione delle emergenze e dei disastri naturali
  • aiuti alimentari.

Oltre ad offrire servizi di reclutamento, selezione, collocamento e post-collocamento, European Solidarity Corps offre supporto e assistenza personalizzati e diversi benefit finanziari (contributi per le spese di viaggio e per la permanenza in un altro Paese, contributi per un corso di lingua, rimborso del viaggio di rientro ecc.).

Puoi partecipare all’iniziativa per il settore tirocinio e lavoro se:

  • hai un’età compresa tra i 18 e i 30 anni
  • sei cittadino e residente in uno dei 28 Stati membri dell’Unione europea
  • stai cercando un lavoro o un tirocinio in uno Stato membro diverso da quello in cui risiedi.

Per accedere alle opportunità di lavoro e tirocinio, registrati al portale europeo European Solidarity Corps. Dopo la registrazione, i tuoi dati saranno conservati nel sistema del Corpo europeo di solidarietà. Le organizzazioni avranno accesso alla banca dati per trovare persone adatte ai loro progetti e le contatteranno per chiedere loro di partecipare ai progetti in questione. Ovviamente tu potrai accettare o rifiutare la proposta. Puoi anche cercare attivamente un'offerta adatta nel portale Eures, selezionando la voce "Lavoro sociale" nella sezione "Attività di solidarietà".

 

ReActivate

ReActivate è un servizio di recruitment europeo che promuove la libera circolazione dei lavoratori con più di 35 anni. L’iniziativa ha l’obiettivo di favorire la mobilità lavorativa europea, offrendo una serie di servizi sia per i datori di lavoro sia per i cittadini residenti in uno dei 28 Stati membri dell’Unione Europea con più di 35 anni di età che intendano svolgere un’esperienza di mobilità all'estero.

Il Programma aiuta a trovare un’opportunità di lavoro, tirocinio o apprendistato in un altro dei 28 Paesi membri. Oltre ai servizi di reclutamento, ReActivate offre anche supporto informativo, assistenza personalizzata nelle fase pre e post-placement e benefici finanziari (in particolare per il colloquio di lavoro, la formazione linguistica, il riconoscimento delle qualifiche e il trasferimento all’estero).

Attualmente, ReActivate opera principalmente nei seguenti settori:

  • Salute
  • IT e ingegneria
  • Turismo e servizi connessi 
  • Logistica
  • Commercio/assistenza clienti.

L’iniziativa è aperta a tutti i candidati che abbiano almeno 35 anni, a prescindere dal loro livello di istruzione e dalla loro esperienza professionale. Per partecipare al Progetto assicurati che ci siano offerte di lavoro/ tirocinio/apprendistato sul sito in linea con il tuo profilo: in tal caso registrati al portale e compila il tuo CV in lingua inglese.

ReActivate è un Progetto pilota co-finanziato dall’Unione Europea all’interno del Programma per l’Occupazione e l’Innovazione Sociale “EaSI” 2014-2020 e coordinato dalla Città Metropolitana di Roma Capitale in collaborazione con altri partner nazionali e internazionali.