In Romania lo stage è denominato stagiu o stagiu de practica ed è destinato ai ragazzi fra i 16 e i 26 anni. Lo stage è previsto soprattutto all’interno del sistema di istruzione e formazione tecnico-professionale. Lo scopo è quello di far apprendere sul posto di lavoro le competenze necessarie per potersi successivamente inserire all’interno di un determinato settore economico. Con il Programma stagii pe bune attivo da più di dieci anni, le università rumene e quelle del settore ICT offrono stage di qualità agli studenti universitari delle facoltà tecnico-scientifiche, alla fine dei quali i partecipanti vengono spesso assunti. Di solito gli studenti universitari cercano autonomamente un posto di stagiu de practica, la cui durata può variare dai 2 ai 12 mesi, a seconda del percorso formativo all’interno del quale lo stage è collocato. Gli stagisti possono ricevere una borsa di stage dalle organizzazioni ospitanti, mentre le istituzioni formative pubbliche sono tenute a fornire vitto, alloggio e spese di viaggio ai tirocinanti che svolgono uno stage curriculare fuori dal campus universitario. Anche gli studenti delle scuole superiori di arte, musica e sport, sono tenuti a fare un tirocinio in base ad accordi-quadro fra le istituzioni formative e gli studi artistici e musicali, i teatri, le sale cinematografiche o le organizzazioni sportive, disposte ad accoglierli.
Gli stage in Romania sono dunque promossi da numerose strutture formative – centri di formazione professionale, istituti tecnici, scuole di sport, accademie d’arte, conservatori e università, soprattutto di indirizzo tecnico-scientifico – sulla base di specifici Programmi o convenzioni, in collaborazione con le organizzazioni ospitanti sia private che pubbliche. In molti casi l’azienda, soprattutto se multinazionale, promuove direttamente il tirocinio, prendendo spesso come modello l’internship svolto nei Paesi anglosassoni. Le strutture pubbliche che accolgono stagisti in Romania possono essere scuole, associazioni, enti ed amministrazioni locali: in questo caso lo stage si avvicina piuttosto al nostro servizio civile.
Come nella maggior parte dei Paesi Ue, anche in Romania vi sono i tirocini obbligatori per le professioni regolamentate, come ad esempio per i medici, che possono svolgerlo negli ospedali, negli istituti di ricerca, nei laboratori, nei centri diagnostici e nei consultori.

Riferimenti legislativi/Regolamentazioni
Attualmente in Romania lo stage è inserito all’interno della Legge quadro 1/2011 sull’istruzione e la formazione, come uno degli strumenti validi per ottenere una determinata qualifica. In particolare la normativa che regola i tirocini formativi si basa su:

  • la Legge 258/2007 (Legea 258/2007 privind practica elevilor si studenţilor) che regola gli stagi obbligatori svolti durante un percorso universitario, il cui esito finale è formalmente valutato e certificato. Le aziende che offrono una borsa di stage ai ragazzi inseriti in un tirocinio curriculare godono di sgravi fiscali;
  • l’Ordine del Ministro n. 3.955 del 9 maggio 2008, che approva sia il Quadro generale per l’organizzazione dei tirocini nell’ambito dei programmi universitari di laurea e master, sia la Convenzione Quadro per il loro svolgimento. L’OdM prevede tirocini di durata variabile fino ad un massimo di 12 mesi, da svolgersi nell’arco dell’intero corso di laurea o master, all’interno dell’anno accademico e durante le vacanze universitarie.

Questi provvedimenti sono stati promossi dal Ministero dell’Istruzione – Direzione Generale Istruzione Universitaria (Direcţia Generala Învăţământ Superior ). Più recentemente, il Ministero del Lavoro rumeno (Direcţia Politici De Ocupare Şi Formare Profesională ) ha emanato la Legea 335/2013 per regolare i tirocini svolti dai laureati.

Documentazione richiesta 
Dato che in Romania moltissimi stagii sono offerti direttamente sul web dal gran numero di multinazionali presenti sul territorio rumeno (vedi Par. successivo), spesso ci si può candidare direttamente riempiendo gli specifici moduli online, oppure allegando il proprio Europass CV. Qualora si venga selezionati, sarà la stessa azienda a richiedere la restante documentazione necessaria per fare quello specifico stagiu (titolo di studio, certificato di sana e robusta costituzione, ecc.). I tirocinanti che provengono da un Paese Ue non hanno bisogno di un permesso di lavoro o di soggiorno per risiedere temporaneamente in Romania, ma è consigliabile avere un’assicurazione sanitaria.


Cosa fare per trovare uno stage

Il modo più semplice per trovare uno stage in Romania è attraverso i numerosi siti internet che offrono online sia stage che posti di lavoro per studenti, quasi sempre suddivisi per settori economici e quasi tutti con una sezione in inglese (soprattutto quelli che fanno parte di un network internazionale) fra i quali segnaliamo: www.bestjobs.ro (anche in inglese), www.eJobs.ro, www.romjob.ro, www.startub.unibuc.ro (sito per la ricerca di stage promosso dall’Università di Bucarest), www.locuri-de-munca.netwww.cariereonline.ro (settimanale digitale specializzato, destinato a persone altamente qualificate).
È possibile candidarsi autonomamente presentando il proprio Europass Curriculum Vitae accompagnato da una lettera di autocandidatura, che enfatizzi in primo luogo le proprie motivazioni ad accedere allo stage. I diplomi e gli attestati conseguiti, nonché le lettere di referenze tradotte, devono essere esibiti solo se richiesti. L’organismo rumeno per il riconoscimento dei titoli di studio è il CNRED (Centrul National de Recunoastere si Echivalare a Diplomelor ). Anche l’Agenzia nazionale per l’occupazione ANOFM (Agentiei nazionale pentru ocuparea Fortei de Munca) mette a disposizione diversi servizi per chi cerca lavoro: offerte di impiego, formazione, statistiche e legislazione in materia di lavoro, consulenza per avviare un’impresa, ecc.
Per contattare direttamente le aziende potrebbe essere utile rivolgersi sia alla Confindustria Romania, che rappresenta circa 700 aziende italiane presenti in questo Paese, sia alla Camera di Commercio italiana per la Romania, che conta fra i suoi associati molte aziende italiane con sede nel Paese e un buon numero di aziende rumene e non, interessate ad avere contatti con il mercato italiano e/o ad offrire i propri servizi.
In Romania operano diverse Associazioni che organizzano anche stage all’estero ed assistono allo stesso tempo gli studenti stranieri durante il loro tirocinio, ottenuto tramite la corrispondente filiale del Paese d’origine.

Lingua, moneta e costo della vita

La lingua ufficiale è il rumeno. La lingua commerciale più diffusa è l’inglese, seguita dal tedesco e dal francese.

La moneta utilizzata è il leu.

Bucarest e tutte le città principali della Romania sono tra le più economiche in Europa per quanto riguarda il costo della vita. Affittare un mini appartamento nel centro di Bucarest può costare circa 350 euro al mese, in periferia intorno ai 250 euro. Per mangiare fuori in un ristorante economico si spende circa 6 euro (4 euro al di fuori della Capitale), mente un pasto per due in un ristorante di medio livello costa 25 euro circa (20 euro fuori Bucarest). L’abbonamento mensile ai mezzi pubblici nella Capitale costa l'equivalente di 15 euro.
Il salario minimo in Romania nel 2018 è di 407 euro al mese. 

Dove alloggiare

La soluzione più economica è sicuramente rappresentata dagli ostelli della gioventù, riservati ai possessori di una carta dello studente. Sul sito www.hihostels-romania.ro si possono fare prenotazioni e acquisire informazioni sull’acquisto delle carte per ottenere agevolazioni e sconti, sui prezzi delle stanze, l’elenco degli ostelli, ecc.
L’Associazione nazionale per il turismo rurale, ecologico e culturale gestisce una serie di case di campagna private nelle diverse regioni e sul loro sito www.antrec.ro si possono trovare varie opportunità. 

Indirizzi utili
  • Ambasciata di Romania in Italia – via Niccolò Tartaglia, 36 – IT-00197 Roma – tel. 068084529 fax 068084995 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.http://roma.mae.ro/it
  • Ambasciata d’Italia in Romania – str. Henri Coanda, 9 – RO-010667 Sector 1 Bucarest – tel. 0040213052100 fax 0040213120422– Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.ambbucarest.esteri.it
  • Cancelleria Consolare – str. Arch. Ion Mincu, 12 – RO-011358 Sector 1 Bucarest – tel. 0040212232424, fax 0040212234550 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Confindustria della Romania – bd. Unirii, 76 – Bl. J3 A, Mezanin – RO-Sector 3 Bucarest – tel. 0040318053185 fax 0040318053184 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  – www.confindustria.ro
  • Camera di Commercio italiana per la Romania – str. Franceza, 13 – RO-030101 Sector 3 Bucarest – tel. 0040213102315 fax 0040213102318 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.cameradicommercio.ro
  • ICE – Italian Trade Agency (Sectia Promovare Schimburi – Ambasada Italiei) – str. A.D. Xenopol, 15 – RO-010472 Sector 1 Bucarest – tel. 0040212114240 fax 0040212100613 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Euroguidance Romania – Institutul de Ştiinţe ale Educaţiei – Str. Ştirbei Vodă, 37 – RO– 010102 Bucureşti –   tel. 0040213142782 fax 0040213121447 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.euroguidance.ise.ro